I workshop di Talentur per promuovere il talento creativo

image

Talentur è un ambizioso progetto italiano che ha come mission la promozione del talento e lo sviluppo di progetti creativi altamente professionali.
Siete curiosi di saperne di più? Abbiamo chiacchierato con Francesca Tasselli, organizzatrice del Week Hand (che con Co- Hive ha dato il via al progetto) , la quale ci ha ci ha travolto con il suo entusiasmo e ci ha chiarito un bel po’ le idee su cos’è Talentur .

Ciao Francesca, presentaci il  progetto Talentur
Talentur | Creativi in tour è un progetto che nasce dall’unione di due realtà:  CO-HIVE e Week Hand.
L’idea è quella di promuovere il talento attraverso workshop creati in collaborazione con creativi e aziende del settore. Tramite i workshop di talentur ci piacerebbe divulgare principi di progettazione, tecniche artigianali e saperi digitali.
La piattaforma è a disposizione dell’utente finale che può acquistare i singoli workshop in programma, ma anche di organizzatori di eventi o gestori di spazi come laboratori, fablab o semplicemente “luoghi del fare”. Per il lancio della piattaforma abbiamo pensato di organizzare un ciclo  di quattro workshop per chi vuole creare una brand identity in modo creativo ed originale attraverso l’uso di tecniche artigianali quali la serigrafia, la legatoria, l’incisione. I creativi coinvolti in questa prima fase sono: Aura Castagna di Auca Design, Ariana Barreiro e Tommy Martorello di Coffeeshirt, Lucia Locatelli di La Gallina Rosita, Flaminia Masotti di Fox Craft. I workshop sono in programma dal 22 gennaio al 12 febbraio, quattro domeniche pomeriggio al Multiverso Coworking di Foligno.

IMG_5205

Da cosa nasce questa idea? 
Come dicevo prima l’idea nasce dalla volontà di portare in tour i progetti formativi più interessanti e dare la possibilità a chi ne ha voglia di formarsi e specializzarsi nel settore che più lo appassiona.
A breve sarà possibile proporre i propri workshop per entrare a far parte del catalogo di talentur.

IMG_5206

Come si sta evolvendo secondo te la rivoluzione del fatto a mano in Italia?
È in continua ascesa e questo mi piace molto. Quello che noto è una troppa omologazione nei prodotti creati e poi comunicati in rete. Ecco rifacendomi a una delle guru del settore handmade in Italia, Gaia Segattini, credo che la differenziazione sia la carta vincente che un artigiano possa avere per imporsi in un mercato, sì oggi davvero florido, ma che rischia di proporre spesso contenuti fin troppo uguali. Ricerca, esperienza e qualità mi sembrano già tre buoni principi di partenza per lavorare bene.

IMG_5207

Qualche anticipazione sulla prossima edizione di Week Hand?
Devo dire che ci sto già lavorando, insieme ai partner che come voi di ALM fin dalla prima edizione sono al mio fianco nella creazione di un evento che devo dire si sta affermando nel panorama italiano.
Ecco, quello che mi piacerebbe è aprire Week Hand a stimoli internazionali… vediamo se riuscirò a realizzare fin da questo settembre questa mia idea. Intanto segnate in agenda il terzo fine settimana di settembre.

IMG_5208

Non siete impazienti di partecipare a questi workshop super interessanti? Noi non vediamo l’ora!

Commenti

Commenti

Mafalda

sostenitrice del movimento handmade fin dalla prima ora , ama disegnare e creare oggetti artigianali. Le sue passioni sono l'illustrazione per l'infanzia, i paesi del nord Europa e la musica indie folk.

Pas de commentaires.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri l'handmade su
Scopri l'handmade su
Seguici !
Archivi