Il Sabato di Lambrate e A little Market ancora insieme per promuovere l’handmade

image

Si rinnova per il 2017 la felice collaborazione tra A little Market e il Red Bazar, mercatino handmade che si svolge una volta al mese nella cornice più ampia de Il Sabato di Lambrate, organizzato in collaborazione con  Redroom, ViviLambrate e Associazione Carmilla.

Abbiamo chiesto a Irene Roghi, titolare del Redroom, di raccontarci com’è nata l’idea di un mercatino artigianale nel cuore di Lambrate, perchè ha deciso di collaborare con A little Market e quali sono i suoi progetti futuri.

Facendo tesoro delle esperienze fatte con il marchio autoprodotto Play-Shirt, nel 2014 Irene e Andrea decidono che è ora di creare qualcosa di nuovo. L’obiettivo è fare rete con tutti quei fantastici artigiani e makers che hanno conosciuto nel corso degli anni a fiere, eventi e mercati: nasce così l’Associazione Carmilla, e il 1° febbraio viene inaugurato il primo spazio fisico dell’Associazione, Redroom.
Un piccolo e accogliente salottino ispirato alle atmosfere oniriche di Twin Peaks, in cui sono esposte creazioni artigianali, artistiche e di design completamente realizzate a mano. Tra le rosse pareti di Redroom trovano spazio marchi e prodotti unici nel loro genere, selezionati seguendo criteri di originalità, sostenibilità e qualità: fare acquisti qui significa quindi aiutare concretamente l’arte, l’artigianato e le autoproduzioni locali.

Per leggere il programma completo CLICCA QUI


Ciao Irene, ti va di raccontaci come nasce il Sabato di Lambrate?

Il Sabato di Lambrate nasce due anni fa da un gruppo di associazioni di zona, ViviLambrate, che si sono riunite con l’obiettivo di creare delle iniziative per il quartiere, il più possibile inclusive ed aperte a tutti. Con la riqualificazione di via Conte Rosso, terminata nei primi mesi del 2015, è arrivata l’occasione perfetta per far rinascere una zona da troppo tempo penalizzata dai lavori: proprio a marzo 2015 risale il primo episodio di questa festa di zona che, ormai da  diciassette edizioni, anima la via e la “piazza” Rimembranze con cadenza mensile.
Io e Andrea di Redroom / Associazione Carmilla, in particolare, ci occupiamo del Red Bazar: l’area market all’interno della festa dedicata al fatto a mano di qualità che ospita ogni volta più di 30 artigiani da tutta Italia. All’interno del market abbiamo poi da subito inserito anche un programma di attività culturali sempre a tema handmade. Andiamo dai laboratori per bambini e adulti agli incontri con artigiani e professionisti del settore, passando per la musica dal vivo e le performance di artisti di strada: un piccolo “villaggio del fatto a mano”, trasposizione all’aperto di quello che accade ogni giorno all’interno della Redroom, il nostro salottino dell’handmade, situato sempre in via Conte Rosso.

Come si legano l’artigianalità e il fatto a mano con la vita di un quartiere e quanto possono contribuire alla sua rinascita?
Secondo me il fatto a mano è il futuro, ancora di più in un quartiere come Lambrate, da sempre storicamente legato all’artigianato di qualità ed al design: scommettere sul saper fare, e incoraggiare quindi non solo i giovani ma anche chi – visto il momento storico – deve necessariamente reinventarsi a livello professionale, a puntare sull’artigianato è importantissimo. In via Conte Rosso lo stiamo vivendo sulla nostra pelle: prima c’erano tanti spazi vuoti, con i lavori che hanno tenuto chiusa la strada per anni molte attività avevano chiuso senza essere rimpiazzate. Adesso la zona sta rinascendo: non solo ci sono diverse nuove attività molto interessanti, ma anche sempre più persone che vogliono venire ad abitare qui, perché magari ci sono passate una volta (in occasione della festa, per esempio) e si sono trovate bene. La forza del fatto a mano, ancora di più se portato in strada, è proprio questa: incontrare direttamente gli artigiani, scoprire le loro storie e passioni, crea un legame diretto molto forte e duraturo, che lascia un ricordo indelebile. E la rinascita di una zona parte proprio da qui, dalle persone che hanno voglia di fare e di vivere il quartiere.


Quando e perché hai deciso di collaborare con A little Market?
Dopo il primo anno di Red Bazar, e visto l’ottima risposta che il nostro market stava avendo sia presso il pubblico che per gli artigiani che erano venuti ad esporre, ci è venuto spontaneo cercare qualche bella collaborazione con chi, come noi, vive di handmade, per far conoscere l’evento ad un numero di persone sempre più ampio ma mirato.
L’idea di contattare A Little Market è nata parlando con Clara di Petit Pois Rose, che oltre ad avere uno shop online sulla piattaforma fa anche parte delle referenti dell’area nord-Italia: è bastato parlare un attimo con Sara ed Eleonora del team di A Little Market, per capire che i punti in comune erano tantissimi, e le idee anche. La collaborazione è quindi nata praticamente subito e in maniera molto spontanea… e direi che sta proseguendo sempre in meglio.

Anticipazioni su progetti futuri?
A breve, come ogni anno a Lambrate ci sarà la settimana del design, un appuntamento importante che porta nel quartiere moltissime persone: noi, nel nostro piccolo salottino, dedicheremo la settimana all’handmade, proponendo una serie di laboratori aperti a tutti e dimostrazioni dal vivo delle più interessanti tecniche artigianali.
Fuori Salone / Dentro Redroom sarà dal 4 al 9 aprile 2017, e A Little Market collaborerà con noi anche in questa occasione per creare un programma di workshop ed incontri da non perdere, sia per il pubblico che per gli addetti ai lavori: ovviamente siete tutti invitati! 
Abbiamo poi in cantiere una serie di corsi e laboratori che non vediamo l’ora di far partire, e anche altre idee sempre per il quartiere che speriamo diventino presto realtà: non dico altro per scaramanzia.


Quali sono i criteri con cui scegliete i creatori che esporranno al Red Bazar?
Il criterio fondamentale è che i prodotti siano tutti realizzati a mano.
Selezioniamo poi tra le diverse proposte che riceviamo per ogni data secondo qualità e particolarità delle creazioni, ma anche in base alla tipologia di prodotto: l’obiettivo è creare ogni volta un mix armonioso e vario, con un occhio di riguardo verso chi propone laboratori interessanti o dimostrazioni dal vivo del proprio lavoro.
Le richieste spesso sono veramente tante, e di qualità sempre più alta, quindi scegliere è davvero difficile: a volte impieghiamo delle intere giornate per arrivare alla selezione definitiva!

Per finire, ci consiglieresti 3 shop di A little Market  che non bisogna lasciarsi sfuggire?
Ovviamente quello di Petit Pois Rose, che poi è anche autrice delle illustrazioni per Il Sabato di Lambrate: adoro le sue creazioni, il suo piccolo mondo pazzo…e anche lei.
Un’altra illustratrice bravissima, anche lei presente alla Redroom, è Giulia di Insunsit: i suoi fiori dipinti e tagliati a mano su legno sono incredibili. Ha un tratto che mi piace moltissimo, le ho anche chiesto di disegnarmi il mio primo tatuaggio.
Il terzo shop l’ho conosciuto proprio grazie alla collaborazione con A little Market per il Red Bazar: La Luz, che dipinge a mano delle illustrazioni in stile tattoo su accessori di tutti i tipi, ed è una vera forza della natura! Ha appena pensato una piccola collezione a tema Twin Peaks che ovviamente è già la mia preferita.

 

Curiosi di scoprire quali saranno i creatori di A little Market che troverete durante il Red Bazar? Eccoli!

Vi aspettiamo sabato 11 Marzo dalle 10:00 alle 19:00 in Via Conte Rosso e Piazza Rimembranze a Lambrate (MI)

Commenti

Commenti

Mafalda

sostenitrice del movimento handmade fin dalla prima ora , ama disegnare e creare oggetti artigianali. Le sue passioni sono l'illustrazione per l'infanzia, i paesi del nord Europa e la musica indie folk.

Pas de commentaires.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri l'handmade su
Scopri l'handmade su
Seguici !
Archivi