Statistiche dello shop: scopri come usarle per migliorare

image

Sappiamo che desiderate creare e mettere online nuove creazioni, sviluppare la vostra attività e le vostre  vendite e fidelizzare i clienti, ma sapete che potete misurare questi parametri?
Saper leggere le statistiche è un elemento indispensabile per analizzare l’attività del vosrto shop online, per comprendere i vostri punti forti e i margini di miglioramento e per misurare l’impatto di quello che mettete online.

Consultare le proprie statistiche aiuta a distaccarsi dal lavoro quotidiano e avere una veduta più ampia, concentrandosi sul futuro della propria attività nel medio e lungo termine.  Complicato? Certo che no! Vi spiegheremo come leggere le statistiche e prendere le giuste decisioni per raggiungere i vostri obiettivi.

Per cominciare, focalizzatevi sulla sintesi delle statistiche:

SINTESI
Su questa pagina c’è il riepilogo degli indicatori chiave che condizionano il tasso di vendite del vostro shop.
Il vostro fatturato è dissezionato per comprendere da dove arrivano le vendite del vostro shop e quali sono i vostri punti di forza.

Fatturato = Visite x Tasso di Conversione x Carrello medio

Persone che vedono i vostri articoli e lo shop => tra loro quanti acquistano=> quanto spendono in media ?

Lo studio della vostra clientela, tra vecchi e nuovi, è necessario per capire se riuscite a spingere i clienti all’acquisto, misurare la vostra capacità di fidelizzare, ma anche misurare l’attrattiva e il ricambio della vostra offerta e la qualità del vostro servizio clienti.

A partire da questa pagina, cliccando sulle voci del menù laterale, avrete accesso a delle informazioni più dettagliate su ciascun indicatore chiave.

Attirare visite sul mio shop

Quando vi lancerete nell’avventura di A little Market, non è un segreto, dovrà essere la vostra priorità n°1 !

Potrete concentrarvi sul resto solo dopo che sarete riusciti ad avere visite sul vostro shop. Ma partiamo dall’inizio: cos’è una visita? Ecco qualche definizione.

Una visita è contata quando una persona, chiamata visitatore, accede a una delle vostre pagine prodotto o alla vostra pagina shop. Un visitatore può consultare diverse pagine durante la stessa sessione di visita. La visita si chiude quando il il visitatore esce da tutte le vostre pagine. Una seconda visita da parte dello stesso visitatore sarà contabilizzata se il visitatore accederà alle vostre pagine l’indomani o qualche tempo dopo.

Grazie allo strumento Statistiche, alla pagina Visite, potete vedere il genere di visitatori del vostro shop e la provenienza, con una top 5 dei visitatori divisi per Paese.

Riguardo al dato “ Provenienza sconosciuta” , si tratta di un numero di persone che hanno visitato il vostro shop ma di cui , per varie ragioni, non si conosce il Paese di provenienza ( indirizzo IP oscurato, Stati di piccole dimensioni)  

Per generare delle visite sul vostro shop, ecco le cose principali da fare:

  • Mettere online delle creazioni :più creazioni metterete online, più creerete della pagine su A little Market e anche nei risultati di ricerca di Google, pagine che sono legate tra loro e che rimandano tutte verso il vostro shop. Questo migliora le vostre referenze e la vostra visibilità,e avrete automaticamente più visite.
  • Aumentare il passaparola su di voi: fate conoscere il vostro shop alla vostra rete di conoscenti,  parlandone, inviando email, newsletter o anche, perchè no, distribuendo volantini e biglietti da visita.
  • Puntare sulla comunicazione via social network (Facebook, Pinterest, Instagram etc.) e blog.
  • Essere attivi nella comunità di creatori di A little Market. Questo vi aiuterà a costruire una rete di contatti profilati e interessati al fatto a  mano.

In più,alla pagina Clienti e prospect avete un elenco dei vostri migliori clienti attuali e potenziali e avete anche la possibilità di scaricare un report.

Le mie creazioni più viste

Sapere quali sono le vostre pagine prodotto più visitate vi permette di determinare quali sono i prodotti più attraenti e orientare l’offerta di conseguenza. Se le vostre creazioni più viste convertono bene ( cioè se le numerose visite s trasformano in acquisti), saprete quali sono gli articoli da mettere in evidenza sullo shop e su quali puntare nella vostra strategia di comunicazione. Capire perchè quei prodotti attirano così tanto ( al di là delle mode e dei gusti personali) può essere utile, soprattutto se hanno una descrizione e una presentazione fotografica diverse da quelle degli altri prodotti. In questo modo saprete qual è la direzione giusta da seguire e il modello da applicare a tutte le altre creazioni.

Trovate il dettaglio del traffico riguardante le pagine dei vostri prodotti su Statistiche > Performance Prodotto

Come convertire una visita in un acquisto

Per fare di un semplice visitatore un cliente che si innamorerà e acquisterà una vostra creazione, sono 2 gli elementi alla base di tutto e il tasso di conversione ne è l’indicatore principale:

  • Delle inserzioni e delle foto curate, che forniscono informazioni e che fanno venir voglia di acquistarle.
  • Offerte e servizi interessanti ( ad esempio: spedizione rapida e non troppo costosa, l’opzione soddisfatto o rimborsato, la restituzione gratuita)

Ci sono poi altri indicatori legati alle vendite che possono chiarirvi le ragioni del vostro tasso di conversione:

  1. Il numero della messa in carrello senza acquisto rapportato al numero totale degli ordini: se il primo è più elevato significa che i clienti adorano le vostre creazioni ( foto, descrizioni e servizio soddisfacente) ma non sono abbastanza convinti da acquistarle. I vostri prezzi, le vostre condizioni commerciali o i costi e i tempi di spedizione fanno senza dubbio da freno per l’acquisto. Concentratevi su questi aspetti per aumentare il tasso di conversione.

Il dettaglio delle vostre aggiunte al carrello senza acquisto e tutte le informazioni che riguardano i vostri ordini si trovano sulla pagina Statistiche  > Ordini

Se avete regolarmente delle aggiunte al carrello che non si trasformano in acquisti, focalizzate su alcuni prodotti in particolare o da parte dello stesso utente, potete sottoscrivere il Programma per trasformare la messa in carrello in un primo acquisto
Questo programma vi permette di inviare automaticamente un buono sconto, di cui potete decidere la percentuale, per convincere gli indecisi. il vous permet de prévoir l’envoi d’un bon de réduction, dont vous fixez le pourcentage, pour convaincre les hésitants. Se invece è un problema generale che riguarda tutte le vostre creazioni, allora il programma non basta, bisogna rivedere i prezzi e la vostra gamma di prodotti.

2) Altro indice utile riguarda l’ammontare medio dei vostri ordini, chiamato carrello medio ( sulla sintesi delle statistiche). Se è inferiore al prezzo medio delle vostre creazioni significa che i vostri prezzi sono troppo elevati in rapporto alla clientela che attirate. In questo caso, adattate la vostra gamma di prodotti per raggiungere un altro tipo di clientela o rivedete i vostri prezzi.

3) Le valutazioni: se non avete delle buone valutazioni i visitatori saranno frenati nella loro voglia di acquisto a causa di una mancanza di fiducia nei vostri confronti.
Dovete dunque analizzare le valutazioni ricevute e adattare il vostro servizio di conseguenza: i clienti affezionati sono preziosi !

Potete trovare altri consigli e strumenti utili per lavorare sulle conversioni sulla pagina Aumentare il mio tasso di conversione

Le tappe per avere successo sul sito sono cumulative: il fatto che cominciate a vendere in maniera costante non è un buon motivo per non aggiornare costantemente lo shop, al contrario! E il fatto che cominciate a avere sempre più clienti non deve portarvi a trascurare quelli vecchi. Il vostro obiettivo dovrà essere quello di fidelizzare al massimo i clienti affinchè rinnovino i loro acquisti.

Fidelizzare i clienti

La fidelizzazione consiste nel creare un legame duraturo tra voi e il cliente. Un cliente fedele è dunque un cliente che rimane nel tempo e che acquista regolarmente nel vostro shop perchè  è soddisfatto della qualità dell’offerta e del servizio che proponete. all’altezza delle sue aspettative.

Secondo uno studio di  Zendesk, fornitore di servizi per la gestione del servizio clienti, il 72% dei clienti sono fedeli a un sito web o a un marchio grazie a un servizio clienti di qualità.

Ricapitolando, svariate azioni favoriscono la propensione all’acquisto dei vostri clienti, le principali sono:

  • Aggiungere nuove creazioni: è un segno che il vostro shop è attivo, ricordarlo ai clienti e proporre loro delle novità.  
  • Proporre un servizio pre e post vendita di qualità, instaurando con i clienti un clima di fiducia e di serietà fin dal primo contatto.
  • Offrire dei buoni sconto: uno strumento di marketing classico ma efficace quando è utilizzato con criterio, in determinate occasioni (ad es: la svendita di una vecchia collezione, una campagna promozionale in occasione di un avvenimento particolare) o per ricompensare la fedeltà dei vostri clienti. Utilizzati in maniera intensiva, l’impatto dei buoni sconto si riduce e ciò svaluta le vostre creazioni e il loro prezzo.
  • Proporre delle offerte speciali per trasformare un primo acquisto in un secondo acquisto, attivando i programmi  di fidelizzazione proposti nella pagina delle statistiche.

Ecco, ora che avete capito come leggere e interpretare le statistiche, siete pronti a conquistare il mondo!

Commenti

Commenti

Mafalda

sostenitrice del movimento handmade fin dalla prima ora , ama disegnare e creare oggetti artigianali. Le sue passioni sono l'illustrazione per l'infanzia, i paesi del nord Europa e la musica indie folk.

Pas de commentaires.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri l'handmade su
Scopri l'handmade su
Seguici !
Archivi